Scheda Associazione

Cambia la tua foto copertina
cooperativa-socialela-fonte
Cambia la tua foto copertina
Lo stato dell'account di questo utente è Approvato

Questo utente non ha ancora aggiunto informazioni nel suo profilo.

Il Progetto “La Fonte” è una realtà che opera da ormai 30 anni nel settore della disabilità. La sua sede è a Cercina, sulle pendici del Monte Morello, ed è composto da una Cooperativa Sociale Agricola ONLUS, da una Associazione di volontariato anch’essa ONLUS e da una nuova cooperativa sociale, di nuova costituzione, dedicata a realizzazioni di artigianato artistico. L’obiettivo statutario di tutte le tre “organizzazioni” è quello di “…..adoperarsi con ogni mezzo per portare speranza e recuperare alla società e alla vita giovani e persone con handicap psico-fisico a forte rischio di emarginazione, stimolandoli verso l’autonomia e la vita paritaria…..”. Fondamento dell’azione di tutte è il lavoro, momento centrale dell’attività giornaliera e ambito in cui ciascuno, pur nella sua diversità, sviluppa le proprie potenzialità, piccole o grandi che siano.
La Cooperativa Sociale Agricolaopera su terreni e strutture di proprietà dell’Istituto per il Sostentamento del Clero, con cui è attivo un regolare contratto d’affitto agricolo, e su altri messi a disposizione dalla generosità di alcuni soci. La Cooperativa agricola si occupa della parte produttiva, sviluppando la propria attività in agricoltura e nei lavori di manutenzione dell’ambiente.
Nella Cooperativa ognuno ha il suo ruolo di partecipazione all’attività produttiva, che gli consente di conquistare dignità e parità. Nella Cooperativa operano alcuni lavoratori dipendenti, insieme a diversi volontari. Il compito di tutti i dipendenti è duplice, così come duplice è la loro professionalità: devono garantire l’attività produttiva della Cooperativa e contemporaneamente essere i tutor tecnici delle persone inserite nei progetti di sviluppo personale.
Nel 2012 è stata costituita una nuova Cooperativa Sociale di tipo B che opera nel settore della produzione artigianale artistica del ferro e del legno, delle manutenzioni edili e dei servizi all’ambiente. L’Associazione di volontariato gestisce i progetti di inserimento e inclusione sociale delle persone ad essa affidate in collaborazione con le Istituzioni Sociali del territorio e opera nella colonica annessa al podere denominato la “Casina”.
La metodologia di lavoro si fonda sulla convinzione che ognuno di noi ha qualcosa da dare oltre che da ricevere, che tutti abbiamo bisogno di sentirci utili e valorizzati e che esiste per ciascuno un ruolo, se pur minimo, di partecipazione ad una attività lavorativa. In questo senso il lavoro diventa lo strumento fondamentale e insostituibile per l’emancipazione personale.

Le attività lavorative sono di due tipi: una legata all’agricoltura, motore iniziale e trainante di tutta l’esperienza (allevamenti, olivicoltura, foraggi, orticoltura) e uno, che sta assumendo sempre maggiore importanza, legato ai servizi ambientali (lavori e manutenzioni ambientali per il pubblico e per il privato). Recentemente si sono aggiunte anche attività artigianali (carpenteria metallica, ferro battuto artistico e restauro).
Il lavoro agricolo, proprio per i suoi fini sociali, è costituito da un insieme di attività zootecniche, agronomiche e didattico-naturalistiche che la fa assomigliare ad una piccola Fattoria dove sono presenti diverse produzioni:

  • il settore zootecnico con l’allevamento di animali di piccola e media taglia (polli, conigli, galline ovaiole, pecore e capre)
  • il settore delle coltivazioni;
  • il settore orto-vivaistico;
  • il settore olivicolo con circa 1500 piante di ulivi;
  • il settore didattico-naturalistico che richiama l’attenzione di grandi e piccoli che hanno così la possibilità di conoscere dal vivo gli animali. Sono continue le visite guidate di scolaresche e gitanti che possono conoscere la bellezza della natura e del nostro lavoro nel rispetto dell’ambiente;
  • il settore dei servizi all’ambiente è una attività di cura del territorio e mantenimento del paesaggio per migliorarne la vivibilità e la fruibilità per la cittadinanza locale.
    Questo impegno, in controtendenza rispetto al crescente abbandono e degrado delle campagne, realizza la volontà di valorizzare l’ambiente circostante e offre opportunità lavorative per le persone inserite nei progetti di sviluppo personale.

 

Ascolto e Accoglienza, Assistenza, Educazione e Formazione, Inserimento e avviamento al lavoro
Giovani, Persone con disabilità
Firenze
94052510487
IT47O0616002999100000004166
Via della Casina 2, Sesto Fiorentino
055402334
info@lafontecercina.org