In autunno al via alle quattro campagne di crowdfunding nate dall’incontro fra giovani e organizzazioni non profit

banner sijam2

Sono quattro le campagne di crowdfunding che nascono dall’incontro e dal confronto di giovani e realtà non profit, all’interno del percorso ‘Social Innovation Jam 2‘ https://www.fondazionecrfirenze.it/social-innovation-jam/.

A partire dal mese di giugno i vari team, composti da un’organizzazione e da 3-4 giovani under 35 con competenze differenti, hanno seguito incontri di progettazione online per analizzare la sfida lanciata dall’organizzazione e formulare una nuova soluzione. I partecipanti hanno avuto l’opportunità di acquisire nuovi strumenti, intessere reti sul territorio locale e in particolare conoscere meglio il mondo del Terzo Settore approfondendo le sue prefigurazioni professionali. In totale hanno partecipato 14 giovani comunicatori, grafici, designer, video maker, esperti di social media, ma anche attori, filosofi, educatori, restauratori che si sono messi insieme per progettare nuovi modelli di servizio per le quattro realtà non profit del territorio.

Nei prossimi mesi i progetti ideati saranno lanciati in nuove campagne di crowdfunding. Fondazione CR Firenze raddoppierà i fondi raccolti una volta raggiunta la metà dell’obiettivo prefissato dalle campagne fino a un massimo di 10 mila euro.

Vi presentiamo in breve i 4 progetti:

  •  Made in Sipario: cooperativa sociale che offre opportunità di integrazione lavorativa a persone svantaggiate grazie a un laboratorio di artigianato dove Artisti Speciali decorano con creatività. Il progetto che verrà finanziato con il crowdfunding si chiama Speed UP Slow Tile. Si tratta di una linea di opere d’arte in ceramica progettata con l’archistar Simone Micheli che permetterà l’assunzione di un numero sempre più alto di ragazzi. I fondi raccolti serviranno alla realizzazione dei prototipi e alle attività di promozione della linea.
  • Associazione La Fierucola: lancerà un progetto di riqualificazione urbana in Montelupo Fiorentino proponendo arredi esterni realizzati con scarti della ceramica che possono essere presi come modello da altre città. Inoltre, attraverso il progetto si vuole sensibilizzare all’uso consapevole e responsabile degli scarti indicando buone pratiche da attuare.
  • Cooperativa Macramè: a partire dall’esperienza del Porto delle Storie vuole realizzare un percorso multimediale e narrativo alla scoperta dei luoghi simbolo di Rifredi, raccontati grazie all’incontro tra adolescenti svantaggiati e cittadini. I ragazzi parteciperanno ad un’esperienza residenziale nel quartiere e le loro narrazioni saranno poi condivise con la comunità.
  • Telefono Voce Amica Firenze aveva come sfida quella di farsi conoscere mantenendo l’anonimato dei suoi volontari ed utenti. Il team ha quindi sviluppato un progetto di promozione dell’associazione e i temi ad essa legati sull’ascolto e sulla solitudine (temi trasversali che sono emersi in particolar modo durante l’emergenza sanitaria) puntando sull’arte, come mezzo universale capace di salvaguardare la riservatezza dei propri volontari e utenti. Insieme ad artisti locali verranno realizzate delle immagini che, veicolate e promosse su tutto il comune di Firenze, possano attrarre l’attenzione di chi ha il desiderio di essere ascoltato così che venga a conoscenza dell’opportunità offerta dall’associazione.