In cassa integrazione? Fai il volontario.

Progetto biennale “Diamoci una mano”.
Da febbraio chi beneficia di un sostegno al reddito può fare attività di utilità sociale in progetti promossi da terzo settore e comuni. L’assicurazione la paga lo Stato, c’è spazio per 19 mila persone l’anno. Poletti: “Una vita attiva dà nuove opportunità”.
Chi dà infatti il proprio contributo alla collettività potrà contare su una certificazione delle competenze acquisite da sfruttare anche per la ricerca di una nuova opportunità lavorativa.

L’iniziativa, che promette cinque milioni di giornate di volontariato l’anno per i prossimi due anni e che verosimilmente riguarderà soprattutto i settori della tutela dei beni culturali e paesaggistici, quello educativo e quello dell’assistenza socio-assistenziale, si chiama #diamociunamano.

Link utili:

Crisi, Cgil: “Cresce cassa integrazione. Precipitano i redditi dei lavoratori”

Inps: autorizzate oltre 1 milione di ore di cassa integrazione, +5,6% in anno

L’articolo prosegue su Redazionesociale.

Related Posts