Nasce Abitare Solidale a Fucecchio

Abitare Solidale è un progetto che mira a trasformare il “problema abitativo” in opportunità per una comunità più coesa e per un nuovo modello di assistenza, mediante coabitazioni fondate sui principi del mutuo aiuto e della reciproca solidarietà.

Obiettivo è quello di integrare i tradizionali servizi pubblici e di promuovere forme di cittadinanza attiva che rendano i soggetti tradizionalmente considerati deboli protagonisti di un Welfare generativo scaturito dall’impegno delle comunità.

Il programma è promosso dall’Associazione Auser Abitare Solidale con cui l’Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa ha firmato un protocollo d’intesa, al quale aderiscono una lunga serie di realtà locali che hanno deciso di sostenere una nuova visione di comunità allargata e più coesa.

Il progetto promuove forme flessibili e innovative di coabitazione con varie possibilità.

Ci potrà essere dunque chi, desideroso di costruirsi o ricostruirsi un nuovo percorso di vita, non può permettersi un’abitazione propria o l’affitto per un posto letto, esigenza crescente sia a causa dell’attuale scenario economico che dell’incremento di nuove famiglie monoparentali originate da separazioni o divorzi a concreto rischio di povertà.
Altro caso sarà per esempio chi, proprietario di un’abitazione, sente il bisogno di condividere i propri spazi di vita, per avere un piccolo sostegno economico e un aiuto nelle mansioni quotidiane e per vincere la solitudine aderendo ad un progetto basato su solidarietà e coesione sociale.

Ad oggi le coabitazioni attivate sono 131 per un totale di 272 persone beneficiate.

Per saperne di più:
“Fucecchio. Nasce Abitare Solidale”, articolo del MET.Città Metropolitana; –
www.abitaresolidaleauser.it/