“Oltre lo scarto, 1996-2016: vent’anni di carità del Banco Alimentare della Toscana”

Banco-Alimentare anniversario

Il Banco Alimentare della Toscana finalmente ha trovato una casa più grande. Il vecchio magazzino di Calenzano, con un affitto che incideva sul bilancio in modo significativo, da tempo si rivelava non più adatto a incrementare l’attività istituzionale di recupero degli alimenti e allo sviluppo di nuovi importanti progetti a favore di chi è nel bisogno.

La nuova sede (magazzino di 4.500 mq comprensivo anche dell’uso di una cella frigo a +4 °e 350 mq di uffici) è stato assegnato al Banco Alimentare della Toscana Onlus a seguito dell’aggiudicazione di un Bando voluto dal Comune di Firenze per trovare chi mettesse a sistema il recupero dell’ortofrutta all’interno del Centro Alimentare Polivalente Mercafir a Firenze per aiutare ancor di più le famiglie povere della città.

Il Banco Alimentare della Toscana, che quest’anno festeggia anche 20 anni, grazie a questa sede ben attrezzata e con maggiori capacità di stoccaggio di prodotti freschi e non deperibili riuscirà a intensificare la propria attività di recupero non solo di ortofrutta ma anche di prodotti a lunga conservazione, surgelati, cibi pronti recuperati dalla ristorazione collettiva; insomma, di tutto ciò che si crea normalmente come eccedenza alimentare nella filiera dell’agroindustria e della distribuzione organizzata.

Una nuova sede che consente di aiutare di più e meglio.

Il 24 settembre prossimo doppia festa: 20 anni e nuova sede. Dopo   il taglio del nastro del Sindaco di Firenze e la benedizione di S.E. Arcivescovo Giuseppe Betori grande festa con tutti i volontari, gli amici e i sostenitori che in questi anni sono stati al fianco di quest’opera di carità così importante per le persone in difficoltà del territorio.

 

Banco Alimentare Toscana_anniversario 24 settembre