Social Crowdfunders Quarta Edizione: successo per le 5 campagne di crowdfunding

Musicability (35)

Le cinque campagne della quarta edizione di ‘Social Crowdfunders’ hanno raggiunto e superato l’obiettivo economico raccogliendo oltre 116.000 euro comprensivi del cofinanziamento di Fondazione CR Firenze!

Le raccolte fondi online sono state lanciate in autunno dopo un percorso di accompagnamento alla loro progettazione e realizzazione, in collaborazione con la cooperativa Feel Crowd.

Le realtà del Terzo Settore protagoniste di questo percorso innovativo sono: Fondazione Italiana Leniterapia, Fondazione Giovanni Paolo II, Banco Alimentare della Toscana, A.s.d. Quartotempo Firenze e Associazione In-Armonia. Con le somme raccolte sono state acquistate due auto per il servizio di cure palliative domiciliari, creata una mensa sociale, acquistati congelatori a pozzetto e contenitori isotermici per i pacchi alimentari, potenziati i corsi di musica destinati alle disabilità motorie e cognitive, avviato l’inserimento lavorativo di giovani con disabilità o a rischio di marginalizzazione.

La Fondazione CR Firenze si complimenta innanzitutto con le cinque organizzazioni che hanno scelto di mettersi in gioco, nonostante le difficoltà dettate dal periodo storico attuale, intraprendendo questo percorso di raccolta fondi, oramai consolidato nel tempo, che è anche e soprattutto un percorso di crescita e sviluppo delle realtà non profit – afferma Gabriele Gori, Direttore Generale di Fondazione CR Firenze -. Con emozione raddoppiamo le somme raggiunte andando ad affiancarci ai tantissimi sostenitori che con generosità e solidarietà hanno contribuito al raggiungimento degli obiettivi fissati. ‘Social Crowdfunders’ dimostra ancora una volta quanto sia importante l’unione di intenti per raggiungere sfide altrimenti irraggiungibili”.

Ecco qui di seguito un quadro complessivo dei risultati ottenuti per singolo progetto:

A.s.d. Quartotempo Firenze

La raccolta fondi ‘Quartotempo Social Food’ dell’ A.s.d. Quartotempo Firenze era finalizzata all’inserimento lavorativo di ragazzi e ragazze con disabilità o a rischio di marginalizzazione nel ristorante del Circolo ARCI Dino Manetti a Campi Bisenzio. La campagna ha coinvolto un’ampia comunità di tutta l’area metropolitana di Firenze e anche tante aziende che sono entrate in contatto con l’associazione grazie al passaparola delle famiglie. Sono stati 99 i sostenitori online e circa 1000 quelli che hanno partecipato ai 14 eventi organizzati per sostenere il progetto per un totale di 26.587 euro raccolti. Al momento la formazione dei ragazzi e delle ragazze è cominciata, anche se è stata limitata a causa delle disposizioni legate all’emergenza sanitaria.

Fondazione Giovanni Paolo II

La Fondazione Giovanni Paolo II ha lanciato il progetto ‘Pane e Vino – Molto più di una mensa sociale’ per la creazione a San Giovanni Valdarno di una mensa inclusiva aperta a tutti, in cui chi se lo può permettere può lasciare un pasto sospeso per le persone in situazioni di disagio socio-economico. Sono stati 159 i sostenitori che hanno permesso di raccogliere 26.962 euro in totale. ‘Pane e Vino’ ha già iniziato a muovere i suoi primi passi: sono state acquistate le attrezzature necessarie per allestire la cucina professionale e i comuni di Castelfranco Pian di Scò e di San Giovanni Valdarno hanno acquistato insieme 1.300 pasti da regalare alle persone più bisognose durante le feste di Natale.

Associazione In-Armonia

Grazie alla campagna ‘Musicability’ dell’Associazione In-Armonia saranno potenziati i corsi di musica destinati alle disabilità motorie e cognitive con l’obiettivo finale di formare l’Orchestra inclusiva della Toscana. Hanno aderito 128 sostenitori raggiungendo la cifra di 16.460 euro per il progetto.

Fondazione Italiana Leniterapia

La Fondazione Italiana Leniterapia ha già acquistato due auto per il servizio di cure palliative domiciliari grazie al progetto “Medico a Bordo” sostenuto da 46 donatori, che hanno permesso di raccogliere 20.100 euro.

Banco Alimentare della Toscana

Infine il Banco Alimentare della Toscana ha raccolto 26.750 euro (grazie a 65 sostenitori) per il progetto ‘Freddo tutto l’anno’ che permetterà l’acquisto di congelatori a pozzetto e contenitori isotermici da fornire alle strutture caritative convenzionate, per garantire la conservazione e la distribuzione di alimenti sempre freschi e surgelati alle famiglie bisognose.