Strumenti e strategie digitali per il no- profit

tree social media

Stare al passo con i tempi, farsi conoscere attraverso i social, innovare la propria strategia comunicativa e aprirsi alla creatività e alle potenzialità della rete sono i presupposti che hanno stimolato una riflessione sui nuovi bisogni delle associazioni rispetto agli strumenti digitali e al loro utilizzo.

Questa riflessione ha dato il via a una ricerca volta ad indagare il rapporto esistente tra associazioni e social media, in particolare la tipologia di utilizzo di determinati strumenti digitali.

Analizzando le associazioni della rete di Siamosolidali, si registra che:

  • Soltanto il 65% delle organizzazioni no-profit presenta un sito web
  • Soltanto il 52% delle organizzazioni no-profit utilizza Facebook in modo non continuativo, sfruttando solo in parte le potenzialità del social network;
  • Soltanto l’ 8% delle organizzazioni no-profit fa uso di differenti social, come Twitter o Google Plus.

Se da un lato l’indagine mette in evidenzia una scarsa propensione, da parte delle associazioni, di includere gli strumenti digitali accanto ad una comunicazione più tradizionale, dall’altro si rileva una forte richiesta, pari al 72% delle associazioni della rete Siamosolidali, per ricevere un supporto nella comunicazione digitale finalizzata a migliorare la promozione di servizi ed attività del settore sociale. Emerge dunque una chiara volontà delle associazioni della nostra rete di sperimentare ed esplorare strumenti ad hoc per una comunicazione 2.0.

È necessario approcciarsi ad Internet come una nuova piazza, una piazza digitale, dove si incontrano persone, si creano opinioni e nuove sinergie e, soprattutto, dove è possibile sensibilizzare un numero maggiore di persone ai temi della solidarietà e del volontariato. La grande sfida sta proprio nel riuscire a trasformare la rete come un ambiente di vita reale, dove ciò che conta sono le relazioni, la capacità di parlare alle persone e di comunicare il valore del proprio operare sociale.

Raccontare. Condividere. Coinvolgere.

Da queste necessità e potenzialità in parte inespresse, Siamosolidali ha strutturato e coordinato un percorso mirato al rafforzamento e alla crescita delle competenze comunicative, in particolare quelle digitali.

Il percorso ha visto la realizzazione di due iniziative formative: una sui Social Media grazie alle professioniste di Tuscany Buzz, che già hanno collaborato con l’ECRF per il progetto “Toscana 900”, ed un’altra iniziativa rivolta, invece, allo Storytelling Digitale, condotta da Riprese Firenze, professionisti che hanno collaborato con realtà importanti come RAI, Regione Toscana, Il Sole 24 Ore e Google Italia

Entrambi i corsi di formazione hanno prodotto miglioramenti oggettivi sul piano della strategia comunicativa delle associazioni partecipanti e, ancor più rilevante, hanno contribuito a modificare un cambiamento di prospettiva nei confronti della comunicazione digitale ed un forte interesse ad aggiornarsi e mettere in pratica i contenuti appresi.