Manuale per il recupero di 30 mila tonnellate di cibo – Caritas e Banco Alimentare

banco-alimentare

E’ stato presentato il 2 marzo 2016 da Caritas Italiana e dall’ organizzazione Banco Alimentare il nuovo strumento per il recupero degli alimenti volti ad incrementare le donazioni delle eccedenze al fine di supportare le persone che non sono in grado di permettersi alimenti sicuri e idonei al consumo. Si tratta di un manuale per le Organizzazioni Caritative che informa sulle buone pratiche da seguire in ambito di recupero, raccolta e distribuzione delle eccedenze alimentari.

Da alcune ricerche è stato riscontrato che oltre 4 milioni di persone vivono in povertà, tra queste un notevole numero di famiglie non può garantirsi quotidianamente un pasto decente.

Tanti sono i volontari che mettono a disposizione il loro tempo per aiutare persone in difficoltà sia attraverso la distribuzione degli alimenti sia attraverso il reperimento di nuove risorse.

Non mancano tra le attività parrocchiali e religiose, iniziative di recupero, di condivisione, di raccolte, di collette nelle scuole, quartieri ecc.

Nel manuale si potranno trovare riferimenti su come sia possibile recuperare alimenti non adeguatamente “etichettati” purchè siano accompagnati da un documento che ne fornisca tutte le indicazioni obbligatorie rilasciate dal produttore. Sarà inoltre di supporto alle Organizzazioni Caritative per quello che riguarda la gestione degli alimenti: i processi di congelamento, essicazione, trasformazione ecc.

Attraverso questo strumento si intende promuovere un’iniziativa di sensibilizzazione nell’ambito di recupero delle eccedenze alimentari, possibile grazie anche all’aiuto di volontari e addetti.

Si stima che nel medio periodo si avrà un recupero di almeno 30 mila tonnellate su un totale di 1.000.000 tonnellate eccedenti nelle due macro-categorie ossia i così detti alimenti deperibili.

Attraverso specifici processi di sicurezza effettuati da autorità di controllo verranno così recuperati alimenti di ottima qualità e destinati ad essere utilizzati.