Social Crowdfunders 2: “centrifugato” di idee, persone, comunità e competenze (digitali e non)

Con il raggiungimento dell’obiettivo economico della campagna di crowdfunding “Coedu” termina con successo la seconda edizione di Social Crowdfunders, iniziativa promossa da Siamosolidali: un percorso volto ad accompagnare le realtà non profit locali a concretezzare nuove idee progettuali.

L’edizione 2017/2018 ha visto la realizzazione di 3 progetti di crowdfunding altamente innovativi, che hanno raggiunto e superato con esito positivo l’obiettivo economico prefissato.

Grazie al supporto di centinaia di sostenitori,  Cooperativa sociale Kepos Fondazione Claudio Ciai e Museo del Tessuto di Prato produrranno una prima collezione di foulard a tiratura limitata per dare vita ad un laboratorio creativo, Calimala,  per persone con disabilità, dove i tessuti realizzati hanno un doppio valore, sia artistico che sociale; Pianeta Elisa Onlus, UICI Firenze e A.Fa.P.H. Onlus, invece, con il progetto Coltivabili, realizzeranno tre orti accessibili a Firenze, Borgo San Lorenzo e Massa per persone con differenti disabilità motorie, sensoriali o psichiche; infine, ma non ultimi, grazie al progetto Coedu, realizzato da Conkarma e Koinè, le associazioni socio-educative del Valdarno Superiore potranno gestire in modo più efficace differenti servizi attraverso un’apposita piattaforma online.

Tutto questo è stato possibile grazie alle due grandi novità di questa edizione: il coinvolgimento di Giulia Contini, Francesco Vitali e Costanza Zaino, giovani under 35 (formati nella precedente edizione) per la progettazione delle campagne fondi e l’aver sostenuto 3 progetti di rete, modalità strategica di condivisione e messa a sistema di risorse e obbiettivi.

Inoltre, tutte le campagne di Social Crowdfunders, al raggiungimento del 50% dell’obiettivo economico prefissato hanno ricevuto dalla Fondazione CR Firenze, come premialità, il raddoppio della cifra raccolta.

Ecco “gli ingredienti vincenti” del progetto Social Crowdfunders:

  • Formazione di alta qualità sul tema del crowdfunding con a seguire un percorso di accompagnamento personalizzato, grazie alla collaborazione attivata con Impact Hub Firenze;
  • Creazione di nuove reti solidali e nuove comunità di sostenitori, che hanno portato all’attivazione e partecipazione della cittadinanza;
  • Contaminazione di conoscenze e competenze digitali e non attraverso la modalità dello scambio intergenerazionale;
  • Definizione di una nuova figura professionale richiesta oggi sul mercato: il Social Crowdfunder.

Per saperne di più sull’iniziativa Social Crowdfunders scrivete a info@siamosolidali.it, saremo felici di fornirvi maggiori info. Per rimanere, invece, informati sui prossimi passi dei singoli progetti vi consigliamo di seguire le associazioni e cooperative su i rispettivi siti web e social media.

CALIMALA – ATELIER DEL TESSUTO

 

COLTIVABILI – ORTI SENZA BARRIERE

 

COEDU – LA RETE SOCIALE SI FA SMART